Istruzioni video nella seconda parte dell'articolo

Ordini permanenti > tutto ciò che dovreste sapere!

Ultimamente i nostri lettori sono aumentati un po’, così questa settimana ho deciso di trattare nuovamente un argomento base.

I vantaggi degli ordini permanenti:

  • risparmiare tempo e lavoro
  • garantire un’esecuzione che rispetta i tempi
  • evitare i promemoria (la conseguenza quasi automatica, se non si paga puntualmente)
  • è una funzione gratuita presso molti conti correnti.

1. Cos’è un’ordine permanente?

Gli ordini permanenti sono bonifici che devono essere eseguiti

  • regolarmente
  • con lo stesso importo
  • verso lo stesso ricevente

Il pagamento dell’affitto è uno dei motivi più ricorrenti per cui si imposta un ordine permanente.

Gli ordini permanenti vengono anche usati per risparmiare – per esempio per impostare una rata di risparmio automatica su un conto di deposito libero – oppure per ripagare un credito.

La maggior parte delle banche ormai sono passate al sistema di addebito permanente; è una cosa simile all’ordine permanente, però “al contrario”. La banca scala sempre lo stesso importo in lassi di tempo regolari dal conto della stessa persona.

2. Come risparmiare tempo e soldi con un ordine permanente

Leggendo l’elenco di cui sopra avrete sicuramente già afferrato che gli ordini permanenti permettono di risparmiare tempo e soldi. Ma adesso si fa sul serio.

2.1 Il tempo si risparmia basandosi su due punti:

  • Si deve inserire l’ordine di esecuzione del bonifico una sola volta ed esso verrà sempre eseguito nello stesso modo.

    Torniamo all’esempio dell’affitto: Ci sono persone che pagano l’affitto manualmente tutti i mesi. Persino usando un modello di contratto (qui i dati del conto del ricevente, a volte anche l’importo e la causale vengono salvati) ci vuole sempre più tempo rispetto ad impostare un pagamento automatico. Bisogna fare il log-in al sito della banca (Online-Banking) o consegnare alla banca il modulo del bonifico precompilato.

  • Si risparmia tempo perché non ci sono ritardi nei pagamenti. Grazie agli ordini permanenti non c’é più bisogno di perdere tempo con promemoria, scuse, controlli sul conto ecc . Per quanto riguarda le banche tedesche potete stare sicuri al 99,9999 per cento che gli ordini permanenti verranno eseguiti come previsto.

2.2. Si può risparmiare su due punti in particolare:

  • A seconda di come é la situazione finanziaria complessiva, è possibile risparmiare grazie ad un ordine permanente eseguito con puntualità (nessun pagamento prima della data di scadenza (troppo presto!). Infatti gli interessi non vengono sottratti inutilmente o è addirittura possibile ottenere più interessi per il periodo in cui il denaro è ancora sul proprio conto.

  • Inoltre, è potenzialmente possibile risparmiare del denaro per un pagamento avvenuto dopo la data di scadenza, perché si può essere sicuri che con un ordine permanente il pagamento venga ricevuto in tempo, quindi non c’è da temere spese di sollecito.

    Questo infatti succede sempre a persone che si mettono in testa di pagare puntualmente con bonifico bancario, ma poi succede qualcosa di inaspettato che rovina i piani.

Con gli ordini permanenti si risparmiano soldi, tempo e nervi 😉

3. Giorno di esecuzione per ordini permanenti

Quando si imposta un nuovo ordine permanente, in teoria con la maggior parte delle banchesi può scegliere qualsiasi data futura. Solo l’esecuzione nello stesso giorno dell’ordine non può essere presa in carico.
Se oggi è il 4 settembre è possibile impostare un ordine permanente a partire dal 5 settembre.
Se si seleziona un intervallo mensile, il prossimo pagamento sarà effettuato il 5 ottobre. Se si sceglie un pagamento trimestrale, il prossimo pagamento sarà eseguito il 5 dicembre.

A seconda dell’offerente sono possibili i seguenti intervalli:

  • settimanale (davvero pochi)
  • mensile (diffusissimo)
  • bimestrale
  • quadrimestrale
  • ogni sei mesi
  • annuale

3.1 Fine settimana e festività

Se la data di esecuzione cade di sabato, domenica o durante una festività, l’ordine permanente viene eseguito il prossimo giorno lavorativo bancario.

Ad esempio, il 1 Ottobre 2016 è un sabato. Se qualcuno programmasse il suo ordine permanente con scadenza il 1° di ogni mese, nel mese di ottobre l’esecuzione slitterebbe al 3, dato che lunedi è il primo giorno lavorativo del mese.

Impostare un anticipo automatico del pagamento quando il primo mese non è un giorno lavorativo, – come fanno alcuni datori di lavoro (pubblici) – non è possibile per gli ordini permanenti privati.

Screenshot della pagina dei movimenti del conto corrente gratuito della DKB:

Daueraufträge bei der DKB Kontoauszug

Questo è ciò che si può vedere quando un ordine permanente viene eseguito dalla DKB.

4. Giorno dell’accredito degli ordini permanenti

Nell’area SEPAil beneficiario riceve il pagamento lo stesso giorno o al più tardi il prossimo giorno lavorativo. Questo è stabilito da una legge UE. In questo caso si parla di un ordine permanente SEPA.

Se inviate euro non c’è alcuna differenza se li volete mandare alla Volksbank a Monaco di Baviera, alla Sparkasse a Lisbona o alla Kantonalbank a Zurigo.

Un aiutino per i nostri lettori: trovare l’appuntamento giusto per l’esecuzione

Tornando all’esempio del pagamento dell’affitto: se il contratto di locazione prevede che il pagamento dell’affitto debba essere ricevuto sul conto del padrone di casa entro il 5 di ogni mese, è consigliabile impostare l’esecuzione dell’ordine al 2 di ogni mese, in quanto:

  • Se il 2 fosse un sabato, il trasferimento scalerebbe al 4 (lunedi) e verrebbe accreditato il 4 o il 5 sul conto del proprietario.

  • Se il 2 fosse un venerdì, il bonifico verrebbe eseguito il 2 e a seconda della velocità delle banche coinvolte sarebbe accreditato il 2 o il 5.

  • Se, però, si optasse per il 3, il bonifico potrebbe arrivare troppo tardi nel caso il 3 fosse un sabato, perché il trasferimento verrebbe preso in carico solo il 5 ed accreditato solo il 6.

In questo esempio, impostare il pagamento il 1° del mese non sarebbe necessario ai fini della ottimizzazione dei conti bancari, dato che in Germania raramente ci sono delle festività il lunedì, che allo stesso tempo dovrebbe anche essere il 4° giorno del mese.

Regola decisiva: sottraete tre giorni alla data di scadenza per poter tener conto di quasi ogni eventualità, pur non pagando nè troppo presto né troppo tardi.

5. Modificare o annullare ordini permanenti

Gli ordini permanenti possono sempre essere modificati o eliminati prima della loro prossima esecuzione. Tuttavia non il giorno stesso della presa in carico, perché i sistemi bancari li elaborano durante la notte.

Se un pagamento è previsto per il 13 settembre, ma lo volete modificare o annullare, è oppurtuno farlo il 12 settembre o in precedenza.

Gli ordini permanenti possono anche essere modificati in parte. Per esempio, il ricevitore e la data di esecuzione rimangono uguali, ma cambia l’importo. Un classico per gli aumenti di affitto.

6. Non-esecuzione di un ordine permanente

Diamo uno sguardo a una questione delicata: la mancata esecuzione degli ordini permanenti.

Con la creazione di un ordine permanente ai sensi del codice civile si sottoscrive un contratto con la banca, il cui effetto è che la banca si impegni ad effettuare la transazione riguardante la quota preimpostata con puntualità.

Ci sono solo due casi che esentano una banca dall’eseguire tale transazione:

  • Non ci sono abbastanza soldi sul conto

    Nel linguaggio delle banche significa: „Il conto non è coperto“. Le banche hanno l’obbligo di eseguire gli ordini di pagamento solo se il credito corrispondente è presente nel conto. L’assenza di un solo centesimo dell’intera somma di trasferimento porta all’annullamento dell’ordine permanente.

    La situazione è diversa se si è d’accordo con la banca per ottenere una linea di credito. Il credito riduce la “linea dello zero”. Gli ordini permanenti vengono eseguiti anche se non c’è credito sul conto corrente, a patto che ci si muova al di sotto della linea di credito concordata.

    Se l’esecuzione comporta superare la linea di credito – anche solo di un centesimo –, la banca non è obbligata ad eseguire il bonifico

  • Chiusura del conto

    Gli ordini permanenti possono essere creati impostandone la fine in una lontana data futura o direttamente senza data di fine. Se il conto viene chiuso nel frattempo, naturalmente la banca non è costretta ad eseguire gli ordini permanenti.

Quali sono le conseguenze?

Se il pagamento non viene ricevuto in tempo, spesso ciò salta all’occhio e ha conseguenze spiacevoli, come l’invio di una promemoria, spese di sollecito, interessi di mora, blocco del servizio, ecc da parte del beneficiario.

Quindi si dovrebbe sempre sorvegliare il proprio conto corrente e controllare regolarmente gli estratti conto . Solo sulla base dell’estratto conto infatti ci si rende conto se l’ordine permanente è stato eseguito oppure no!

Se è stato eseguito, lo si vede nei rapporti di conto. Se non è stato eseguito, sarà comunque possibile accorgersene sulla base dell’estratto conto.

Gli istituti di credito tedeschi hanno infatti l’obbligo di notificare i propri clienti circa la non-esecuzione di un ordine permannte (in modo che il cliente possa agire subito e, eventualmente, ridurre o prevenire ulteriori disagi derivanti dalla mancata esecuzione del pagamento).

La notifica può essere effettuata tramite estratto conto o per posta. Al contrario di uno storno di un bonifico diretto SEPA a causa di fondi insufficienti, in questo caso il cliente non deve pagare commissioni.

La corte dice: in caso di una mancata esecuzione c’è da informare il cliente, ma non fargli pagare nulla!

Sentenza: Corte federale tedesca, 13.2.2001, numero degli atti: XI ZR 197/00

7. Impostare ordine permanente

La creazione di un ordine permanente non è molto più complicata dell’impostazione di un bonifico tramite online banking. Basta aggiungere le informazioni relative all’intervallo di esecuzione.

Ho fatto il video di come si fa con due dei miei conti.

7.1 Ecco come si fa con la DKB:

Dal 2004 ho questo conto corrente gratuito e ne sono davvero soddisfatto, come è possibile intuire leggendo i tanti articoli di questo portale specializzato.

7.2. Ed ecco come funziona l’impostazione con il conto online di PayCenter:

Il conto online di PayCenter è noto per aprire conti correnti per la gente, senza fare una verifica del credito, inoltre il conto non viene registrato negli archivi della Schufa. Per questo il conto ha un costo (di licenza, non è un modello di business basato su interessi). L’apertura del conto viene completata in soli 2 minuti: Istruzioni.

8. Ma chi ha inventato gli ordini permanenti?

Come accade spesso quando si parla di efficienza, anche la presente invenzione è farina del sacco di un “conto tedesco”.

Il primo ad introdurre il “pagamento automatico permanente” è stato l’ufficio postale di Amburgo nel 1961. Fonte: Helmut Schröder in “servizi pionieri nell’elaborazione elettronica dei dati per applicazioni complesse”, ISBN: 978-3-8348-2414-1.

L’ordine permanente è un’invenzione tedesca!

L’introduzione dell’ordine permanente è stato un vero successo e già nel 1962 era stato preso in carico diversi milioni di volte.

L’ordine permanente divenne anche un successo di esportazione, soprattutto nei paesi europei. In inglese si chiama “standing order” … ma non si è ancora diffuso fino agli Stati Uniti d’America . Lí al giorno d’oggi ancora non esiste questo pratico tipo di trasferimento.

Piccola richiesta 🙂

Se vi è piaciuto questo articolo, sarei felicissimo di ricevere una recensione positiva attraverso le stelline e se lo condivideste con i vostri amici e conoscenti …

Per inciso, ci sono più clienti bancari che ancora non usano questo pratico sistema per fare bonifici di quanto si possa pensare.

Se doveste creare il vostro primo ordine permanente in virtù del presente articolo, sarei particolarmente lieto di ricevere un feedback attraverso i commenti. Grazie!

Altri articoli che sono stati ritenuti utili:

VN:F [1.9.22_1171]
Per favore, valuta l'articolo:
Rating: 4.8/5 (9 votes cast)
Ordini permanenti > tutto ciò che dovreste sapere!, 4.8 out of 5 based on 9 ratings

Who writes here?

Qualcuno che negli ultimi vent’anni ha raccolto esperienze in oltre 20 paesi e con più di 100 banche. Mi chiamo Gregor, clicca sul link qui accanto per saperne di più su di me e sulla mia pagina ⇒ clicca qui.

Leave a Reply

Aprire un conto online

Lo scopo dell’esistenza

Perché mi occupo di questa pagina?
Apertura di un conto bancario in Germania dall'estero.
conosciuta da:
Der Privatinvestor Bayern 1 Travelbook Spiegel Online Wirtschaftswoche Zeit Online
Share on Facebook Share on Twitter Share on Google+